domenica 24 febbraio 2013

Something black


In questo periodo il mio spirito di contraddizione è piuttosto spiccato e visto che la primavera si avvicina e la natura si appresta a schizzare fuori la sua bella dose di colore, ho deciso di parlare del NERO!
Io personalmente lo amo di un amore profondo ed incondizionato. Se il nero non esistesse probabilmente andrei in giro triste e sconsolata vestita di colori pastello... Ma per fortuna che il nero c'è!
Mi piace perché il nero è tutto e il contario di tutto: sobrio e tragressivo, chic e casual. Vuoi dare nell'occhio? Vestiti di nero. Vuoi passare inosservata? Vestiti di nero. 
Nel mio guardaroba rappresenta un'ancora di salvezza quando non so decidere cosa indossare e non mi va nemmeno di pensarci troppo. E poi bisogna anche considerare che "sfina", dunque ci può fare solo del bene perchè ci fa apparire come sofisticate ed eleganti silfidi.
Insomma per me rappresenta il "colore" perfetto.












venerdì 1 febbraio 2013

Cose di casa

In questo periodo di semi-inattività forzata, mi ritrovo a stare molto di più in casa e dato che le temperature sono piuttosto basse, alla fine non mi dispiace nemmeno poi tanto. 
Così passo il tempo a cercare sul web immagini di case, soluzioni di arredamento e quant'altro. Chiaramente per realizzare tutto quello che mi piace dovrei avere non solo un appartamento più grande, ma anche due o tre. 
Ah, e poi dovrei avere anche dei soldi, molti soldi, particolare non irrilevante...


Bellissima la camera nel sottotetto con quelle grandi  finestre da cui entra tanta luce... Mi piace molto il parquet chiaro e l'inserto di carta da parati colorata dietro il letto.

Carina l'idea della foto trompe-l'oeil appesa sopra al letto.

 Ecco, se proprio uno dovesse avere tanti libri, perchè non metterli anche in bagno?

Ho sempre sognato di immergermi in una vasca con i piedi come questa. Niente doccia, quindi niente fretta, ma mettersi ammollo lì dentro con sali profumati in totale calma. Comunque anche un bell'idromassaggio non lo schiferei...

Non mi piacciono i colori troppo accesi, perchè poi alla fine rischiano di stancarmi, ma una poltroncina colorata in un arredamento bianco o neutro secondo me non ci può stare che bene...

Continuo imperterrita a cercare soluzioni per l'angolo studio. Questa scrivania vintage starebbe tanto bene nella mia camera da letto. Mi piace molto anche il tappeto "peloso", ma temo che finirebbe per ospitare una "fauna" non gradita...

Premesso che non sono un'esperta del bricolage, ma se lo fossi vorrei qualcosa del genere per riporre i miei attrezzi... Forse attaccare un chiodo con un martello rosa farebbe meno rumore...;-) 

Putroppo nella mia casa non ci sono spazi esterni e sinceramente mi manca un po' (sopratutto per stendere il bucato). Sarebbe meraviglioso un ampio giardino come questo con il prato e tanti alberi da vivere d'estate come un secondo salotto...

Diciamo che mi accontenterei anche di un terrazzino così, affacciato sui tetti della città dove poter mangiare, prendere il sole, leggere e godersi il panorama. Un sogno!!!

E se ci manca il verde, perchè non allestire anche in appartamento un angolino come questo?

Le case tradizionali giapponesi sono le mie preferite per la loro essenzialità. Mobili ridotti al minimo, perche tutto viene riposto in armadi a muro dalle ante scorrevoli, uso di materiali rigorosamente naturali e ordine. Non un ordine freddo come quello delle case contemporanee e high-tech, ma un ordine caldo e accogliente. Guardando quest'immagine mi viene voglia di accoccolarmi lì accanto alla stufa... L'unico problema per me sarebbe stare in ginocchio, potrei rischiare di non alzarmi più...