mercoledì 24 ottobre 2012

Le sorprese dell'anta buia



Si  sa, quando si esegue il cambio di stagione è facile ritrovare nell’armadio “reperti” di cui avevamo dimenticato l’esistenza.  Pezzi d’abbigliamento che non indossiamo da decenni, ma che ci ostiniamo a non buttare perché “non si sa mai, potrebbero tornare di moda”  e che inesorabilmente ogni volta ci ritroviamo sul groppone...
Quest’anno mi sono imbattuta in reperti ben più bizzarri…
Premettendo che non sono una shopaholic, mi è capitato di trovare nel mio guardaroba vestiti nuovi provvisti ancora di cartellino che non ricordavo di aver comprato… Giuro che è la prima volta che mi succede e probabilmente è dovuto non solo al mio disordine cronico, ma anche al fatto che negli ultimi tempi sento che sto perdendo qualche colpo… Sarà la vecchiaia che avanza, sarà che gestire da sola una casa non è facile, sarà che la mia testa sembra che stia sul collo, ma forse è altrove, sarà quel che sarà, sto cominciando ad avere vuoti di memoria circa i miei acquisti…
Quindi facendo quello che potrei definire un cambio di stagione, ma in realtà era solo un rovistare convulso in cerca di qualcosa da mettermi per la mezza stagione, ho rinvenuto 2 paia di pantaloni (uno estivo e uno invernale) di cui avevo perso il ricordo.



Di quello bordeaux (o burgundy come si dice adesso) avevo qualche vaga reminiscenza, ma per quanto riguarda quello grigio avevo il vuoto in testa… All’inizio ho pensato addirittura che non fosse mio, magari DUE anni fa facendo il trasloco potevo aver preso inavvertitamente qualcosa di mia madre. Tuttavia  ad un esame più approfondito, ho potuto constare che non era della sua taglia. Dunque il mistero si “infittiva”… 
Mi ci sono voluti 10 minuti buoni per recuperare nel mio cervello qualche brandello di memoria e poi finalmente ho ricordato… Quel pantalone l’ho comprato ai saldi estivi, non quelli di quest’anno, ma quelli di due stagioni fa!!! 
Ora posso cominciare a preoccuparmi seriamente  per la mia salute mentale...